Stagione di prevenzione

Il grande mondo degli antiparassitari

A cura di Alice Castorina, Medico Veterinario

La primavera e l’estate sono le stagioni preferite quasi da tutti: parassiti compresi! È dunque importante, da aprile a novembre, proteggere il nostro amico a 4 zampe contro questi piccoli, fastidiosi e soprattutto pericolosi nemici.

In commercio ci sono molti prodotti antiparassitari e ci si può trovare in difficoltà nella scelta di quello più opportuno. Come fare a capire quale può essere la scelta migliore?

La risposta è semplice: vi basterà rivolgervi al vostro Medico Veterinario di fiducia. Quando vi rivolgerete al veterinario, vi verranno poste diverse domande per potervi consigliare al meglio.

I prodotti in commercio sono diversi per formulazione (spray, gocce da applicare sulla cute, collari, compresse), per efficacia, per spettro d’azione, frequenza di somministrazione e per costo ed è quindi importante conoscere necessità e abitudini della famiglia e dell’animale, il suo temperamento, il suo stato di salute, la razza, età e peso, il luogo in cui vive e anche il luogo dove andrà eventualmente in vacanza.

Come appena detto, non tutti i prodotti hanno la stessa efficacia e lo stesso spettro d’azione. Alcuni proteggono bene contro pulci e zecche, alcuni sono solo antipulci, altri ancora hanno efficacia anche contro le zanzare e i flebotomi, vettori della Leishmaniosi.

Alcuni prodotti sono ancora più completi, proteggendo anche nei confronti di acari, filaria, parassiti intestinali, ma non è detto siano la scelta migliore per tutti gli animali. Per alcuni sono “troppo”, per altri possono essere addirittura sconsigliati.

Alcuni proprio per il loro spettro d’azione sono fortemente raccomandati quando si va in vacanza al mare o al lago, altri invece diventano indispensabili se ci sono in atto altre patologie, per le quali sono la terapia migliore.

Ma se la scelta fosse solo un problema di spettro d’azione sarebbe fin troppo semplice! E così, proprio per poter essere il meglio per il più vasto numero di pazienti, alcuni antiparassitari proteggono per un mese, altri per 3 mesi, altri ancora per 6 mesi o più!

La durata della protezione è un grande vantaggio per chi rischia sempre di dimenticarsi di trattare ogni mese il proprio cane, tuttavia a volte un prodotto a lunga durata non è la scelta migliore! Un esempio? Non è una buona idea mettere un collare antiparassitario a un cane che vive in casa con bambini oppure che gioca tanto e in maniera “materiale” con altri cani. Un bambino potrebbe pastrugnare il collare e poi mettersi le mani in bocca, mentre un altro cane potrebbe strappare il collare al nostro amico durante i giochi. Oppure, il prodotto che dura 3 mesi non è utile per un cane che vive al mare se si vuole prevenire la leishmaniosi.

Dal punto di vista di come si somministra l’antiparassitario, ecco altre grandi differenze: alcuni sono in gocce, comode ed efficaci, ma come la mettiamo coi cani che sono sempre a mollo nei fossi? L’efficacia potrebbe essere ridotta. O ancora, che succede se il tanto amato cucciolino ha la tendenza a sbranare chiunque lo voglia toccare o ha proprio il terrore della pipetta? Per lui magari potrebbe essere meglio la compressa.

Quindi le compresse sono sempre le migliori? Purtroppo, no! Ad alcuni fanno schifo, ad altri non servono. 

Anche l’età è importante: alcuni prodotti non sono registrati per animali troppo giovani o “troppo leggeri”.

Non ultimo: alcuni prodotti antiparassitari per cani sono tossici per i gatti e quindi non andrebbero mai utilizzati in caso di convivenza stretta tra le due specie.

Insomma, anche se sembra un gioco da ragazzi entrare in un negozio e acquistare un antiparassitario, dietro la scelta c’è davvero un lavoraccio e quindi, il consiglio è sempre interpellare il vostro veterinario di fiducia!

Buona estate a tutti!!

Alice Castorina, medico veterinario

Follow me!

Articolo precedente

Educazione vs Addestramento

Articolo successivo

La cucciaNew!!