Monta: dominanza o no?

I vari significati dell’atteggiamento di monta. Di Marta Treves, educatrice cinofila.

Come tutte le specie animali anche i cani hanno dei comportamenti tipici della propria specie, che hanno dei significati diversi in base al contesto in cui vengono applicati. I comportamenti vengono elencati in quello che viene chiamato etogramma e suddivisi in gruppi a seconda del significato.

I comportamenti possono essere distinti in:
– agonistici
– di imposizione sociale
– di gioco
– di stress
– di paura
– di fuga (Alexa Capra 2011).

Alcuni comportamenti possono essere presenti in diverse categorie perché a seconda del contesto può variare il suo significato. Uno di questi comportamenti è la monta.

La monta, escludendo la monta per motivi di accoppiamento, si trova sia nei comportamenti di imposizione che di stress.

Capita di vedere due cani che si montano (che siano dello stesso sesso o di sesso opposto). In questo caso può essere un comportamento impositivo in cui chi monta vuole dimostrare di essere più forte rispetto all’altro in base ad una differenza nella relazione dovuto all’età, il sesso, la personalità e l’esperienza. In questo caso se non c’è una vera tensione nella comunicazione tra i cani non c’è bisogno di intervenire.

Se invece la tensione cresce, come succede a volte tra maschi adolescenti è meglio dividere i cani ed evitare scontri. In un gruppo di cani capita di vedere un individuo che monta gli altri soprattutto dopo momenti di tensione o di confusione. Per esempio se si rincorrono in maniera troppo insistente. In questo caso il cane che monta sta calmando l’individuo che causa la tensione in quanto la monta ha un effetto di ridurre lo stress. Spesso succede che le femmine montino individui più giovani per calmarli e riportarli ad una comunicazione più corretta. In questi casi è giusto affidare ai cani tutor il ruolo di pacificatori perché insegnano ai giovani a dosare le loro energie nella comunicazione.

Ma perché alcuni cani montano oggetti (come cuscini o peluches) o montano le gambe delle persone?

Anche in questo caso è in gioco lo stress, che può essere sia del cane che delle persone.

Capita che il cane in questione sia sotto stress per vari motivi o per un fattore che l’ha spaventato, o perché non è stato soddisfatto il suo bisogno di scaricare energie a sufficienza. Infatti può succedere che il cane monti anche dopo una sessione di gioco molto intenso perché ha un eccessivo livello di energia in corpo che non riesce a scaricare. In entrambi i casi il cane deve scaricare lo stress accumulato su qualcosa che lo può appagare. A volta se succede qualcosa tra le persone presenti (per esempio si litiga) il cane monta la persona agitata in questo caso per calmarla. In entrambi i casi è sempre meglio capire la fonte di stress e cercare di migliorare la condizione del cane andando ad appagare i suoi bisogni con attività alternative come l’attività masticatoria, la ricerca olfattiva o il contatto sociale. Dopo che si è capito come aiutare il cane è bene capire la fonte dello stress e lavorare su di essa in modo che non causi altri problemi in futuro.

È importante vedere bene la situazione in cui viene esibito il comportamento in modo da capire i motivi e quindi risolvere eventuali problemi. La monta ha diversi significati a seconda di come viene esibito e con chi. Se non si riesce a capire il motivo è meglio chiedere ad un educatore in modo da analizzare la situazione e capire come migliorare la situazione.


Marta Treves, educatrice cinofila

Follow me!

Previous article

STELLA cerca casa