Pixie: mai più paura!

Spaventella denutrita con uno sguardo che commuove.  Le abbiamo promesso una vita migliore e manterremo la promessa!

Caratteri generali:

Nome: PIXIERazza: nessuna razza prevalente Sesso: femmina intera
Taglia: medio-piccola (12 kg)Nata il: Luglio 2017Salute: sana
Arrivata il: 29/06/2018Motivo ingresso: richiesta da parte di altro Ente

La sua storia: Pixie è la dimostrazione delle conseguenze della mancata sterilizzazione: infatti è nata da una cagnolina adottata da un privato e mai sterilizzata, tenuta assieme ad un maschio intero! I due hanno sfornato ben due cucciolate e il proprietario li teneva tutti in un serraglio improvvisato senza riparo e con poco cibo. Quando si sono decisi a farsi aiutare, i cani sono stati trovati in pessime condizioni, denutriti e molti anche spaventati, poichè non erano mai usciti dal quel posto. Più Associazioni sono intervenute per farsi carico di questi sfortunati, tra cui noi che abbiamo deciso di prendere Pixie assieme alla sorellina Lilly, che è stata adottata

La sua problematica: sindrome da deprivazione sensoriale. A causa dell’isolamento spaziale e sociale, Pixie non ha potuto conoscere il mondo e le persone e quindi ora considera un pericolo tutto ciò che non conosce. Le è molto difficile rilassarsi: è sempre in emergenza, ha paura della pensione, del suo stesso box, degli altri cani, delle persone. 

Adottabilità iniziale: ha problemi comportamentali molto accentuati. Per una buona adozione è necessario possedere competenze alte, che possono essere acquisite mediante affiancamento con un veterinario Comportamentalista. L’abitazione deve essere allocata in un luogo tranquillo e dotata di spazio esterno. 

Come possiamo aiutarla: possiamo aiutarla a comprendere che non c’è pericolo. Permetterle di abituarsi alla sua nuova situazione, lavorare in modo che le passi la paura nei confronti dei cani, così che con essi lei possa vivere meglio, prendendoli come esempio. Una sola persona lavorerà con lei e le insegnerà a non temere l’uomo, diventerà sua amica e, come suo riferimento, l’accompagnerà verso una vita migliore.

IL SUO PERCORSO

Giugno 2018: benvenuta Pixie!

Pixie è in box con la sua sorellina Lilly. Ha molta paura, cerca disperatamente di scappare dal box, mangia di gusto, ma solo se Lilly glielo concede. Pesa solo 5 kg e mezzo, è molto piccola e incredibilmente magra. Riesce a uscire da ogni box e se la facciamo uscire nello sgambo scappa, trova il modo di uscire dai cancelli e poi, vinta dal terrore, si chiude in se stessa, nascondendosi nel primo buco che trova. 

Ora ha bisogno di: abituarsi alla nuova situazione. Capire come si sviluppa la giornata in pensione e abituarsi alla routine e all’ambiente che la circonda. 

Luglio 2018: la ripresa di Pixie

Pixie si sta riprendendo: è ingrassata di 1 kg, mangia regolarmente, ma ha ancora il terrore delle persone e dell’ambiente fuori dal box. Non mangia se c’è qualcuno presente e cerca ancora di fuggire dal box, pertanto è stata spostata in un box più sicuro, che le impedisca di farsi male rimanendo incastrata tra i tubolari della porta. Si nasconde ancora in ogni buco fuori e questo è un problema perchè ne esce solo se presa in braccio, manualità che però le fa davvero molta paura. 

Ora ha bisogno di: prendere fiducia in se stessa, abituarsi alle persone che si occupano di lei e non temere più i parchi esterni. 

Febbraio 2019: si procede

Pixie ora pesa 12 kg. Non è più magrissima e non cerca più di scappare in ogni dove. Per evitare di doverla prendere in braccio, le abbiamo insegnato a farsi mettere la pettorina. Non le piace, ma tollera la vestizione e, con l’aiuto della lungina, portarla fuori è più facile. Tuttavia, nonostante gli integratori per l’ansia, rimane sempre all’erta in box, mentre fuori è talmente in emergenza da non riuscire a star ferma. Fa anche molta fatica a imparare. 

Ora ha bisogno di: riuscire a rilassarsi sia in box sia in esterna, per avere uno stato d’animo compatibile con l’apprendimento e perchè le venga voglia di fare il cane. 

Maggio 2019: serve aiuto

Pixie nonostante le integrazioni alimentari e il lavoro quotidiano impostato per lei, sta migliorando troppo lentamente e ha notevoli difficoltà a imparare. Ha ancora paura di uscire con altri cani, non mangia se c’è qualcuno in giro, fuori non riesce a rilassarsi ed è sempre in movimento. Per aiutarla a uscire da questo limbo, il Medico Veterinario Comportamentalista ha prescritto un ansiolitico, che dovrebbe toglierle quella terribile sensazione di essere sempre in pericolo e così permetterle di imparare e essere più serena. 

Ora ha bisogno di: trovare la serenità necessaria per smettere di aver così tanta paura dei cani, che potrebbero essere buoni insegnanti per lei, e per la volontaria che si sta occupando di lei. 

Agosto 2019: il cane che fa il cane!!

Evviva!! Pixie sta migliorando! Ha finalmente capito che Alice non le vuole fare del male quando entra in box per metterle la pettorina e permetterle di uscire, esce in compagnia, impara dagli altri cani, li imita, gioca, annusa, corre.. insomma… FA IL CANE!!!

Ora ha bisogno di: tempo perchè questi suoi nuovi comportamenti diventino l’abitudine. A settembre aggiorneremo la Veterinaria Comportamentalista e vedremo il da farsi!

 

Follow me!